Avv. Armando Amendolito, Patrocinante in Cassazione

Amante: è reato minacciare di rivelare la relazione clandestina

7 novembre 2016 - Ore 10:31

o-cheating-husband-facebook-1170x658La Suprema Corte con la sentenza n. 43107/2016 ha specificato che: “i diversi conati posti in essere per procurarsi un ingiusto profitto costituiscono autonomi reati, unificabili con il vincolo della continuazione, quando, singolarmente considerati in relazione alle circostanze del caso concreto e, in particolare, alle modalità di realizzazione e soprattutto all’elemento temporale, appaiono dotati di una propria completa individualità; al contrario, si ha un solo reato di estorsione, pur in presenza di diversi atti intimidatori, allorché gli stessi costituiscono singoli momenti di un’unica azione perché sorretti da un’unica e continua determinazione, che non registri sul piano della volontà interruzioni o desistenze.”.

La Corte ha ribadito un orientamento oramai maggioritario, attraverso il quale si intende integrato il reato di estorsione non solo se il condizionamento è orientato verso un guadagno in termini meramente economici, ma lo è anche quando la minaccia riguarda guadagni della sfera dei costumi sociali.

Nel caso specifico l’uomo aveva presentato ricorso in Cassazione sostenendo che il fatto di minacciare di togliere dalla clandestinità una relazione segreta poteva solo incidere sul “piano morale” ma non certo avere rilevanza sotto il profilo penale.

Ma la Corte è giunta alla conclusione che “in tema di estorsione, la minaccia diviene ‘contra ius’ quando, pur non essendo antigiuridico il male prospettato, si faccia uso di mezzi giuridici legittimi per ottenere scopi non consentiti o risultati non dovuti, per soddisfare scopi personali non conformi a giustizia”.

Categoria: News, Sentenze
Tag: , , , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*




È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Logo



Avvocato:

AMENDOLITO ARMANDO


Info :

Viale Magna Grecia, 468
Taranto (TA)
P.iva 02148120732
Tel/Fax: 099.6526344


E-mail: armandoamendolito@libero.it

Pec: amendolito.armando@oravta.legalmail.it

Contatti

Nome *

E-mail *

Codice AntiSpam: 1051

Messaggio

© Copyright 2015 - MF