Avv. Armando Amendolito, Patrocinante in Cassazione

Alcoltest, rifiuto in assenza del proprio avvocato

25 marzo 2016 - Ore 10:32

La Suprema Corte ha reputato illegittima la condanna per guida in stato di ebbrezza, se l’imputato non ha ricevuto l’avviso sulle propria facoltà di farsi assistere dal proprio legale durante lo svolgimento dell’accertamento del tasso alcolemico.

Cartoon Vector StockLa Cassazione penale con la sentenza n. 12244/2016, nello specifico ha accolto il ricorso di un imputato condannato in appello per il reato di guida in stato di ebbrezza con l’aggravante di aver causato un sinistro stradale.

I giudici hanno spiegato che “i risultati del prelievo ematico effettuato durante il ricovero presso una struttura ospedaliera pubblica a seguito di incidente stradale sono utilizzabili nei confronti dell’imputato per l’accertamento del reato di guida in stato di ebbrezza trattandosi di elementi di prova, acquisiti attraverso la documentazione medica, e restando irrilevante ai fini dell’utilizzabilità processuale la mancanza del consenso”.

Per la giurisprudenza la violazione del disposto dell’art. 140 disp. att. c.p.p. dà luogo ad una nullità di ordine generale non assoluta ma a “regime intermedio”, e per quanto attiene ai termini, “la nullità conseguente al mancato avvertimento al conducente di un veicolo, da sottoporre all’esame alcolimetrico, della facoltà di farsi assistere da un difensore di fiducia, in violazione dell’art. 114 disp. att. c.p.p. può essere tempestivamente dedotta a norma del combinato disposto dell’art. 180 e art. 182 c.p.p., comma 2, secondo periodo, fino al momento della deliberazione della sentenza di primo grado” (Cass., SS.UU., n. 5396/2015).

 

 

Categoria: News, Sentenze
Tag: ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*




È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Logo



Avvocato:

AMENDOLITO ARMANDO


Info :

Viale Magna Grecia, 468
Taranto (TA)
P.iva 02148120732
Tel/Fax: 099.6526344


E-mail: armandoamendolito@libero.it

Pec: amendolito.armando@oravta.legalmail.it

Contatti

Nome *

E-mail *

Codice AntiSpam: 5279

Messaggio

© Copyright 2015 - MF